Piste & impianti

VIA LATTEA

Sestriere si colloca al centro del comprensorio sciistico della Via Lattea, che conta altre 4 località piemontesi, Sauze d’Oulx, Sansicario, Cesana e Claviere oltre la francese Montgenèvre.È uno dei più estesi domini sciabili d’Europa con oltre 214 piste, per un’estensione lineare di 400 Km e 89 impianti di risalita. La sede della Scuola Nazionale Sci Sestriere è situata sulle piste, in prossimità della partenza di numerosi impianti di risalita.

214 piste:

89 impianti di risalita:

120 Km di piste coperte dalla rete di innevamento programmato.

Scarica la mappa delle piste e degli impianti Scarica la mappa delle piste e degli impianti (8.1 MB)

 

LE PISTE OLIMPICHE A SESTRIERE

PISTA KANDAHAR SLALOM GIOVANNI ALBERTO AGNELLI

La pista più rinomata, venne dotata di impianto di illuminazione già nel 1994 per ospitare la prima gara di Coppa del Mondo in notturna. Da allora tutti gli appuntamenti di slalom disputatisi al Colle,comprese le gare dei Mondiali di Sci Alpino del 97, si sono svolte sotto la luce dei riflettori.

Le gare di slalom dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006 si disputeranno sempre su questa pista, collocata in zona centrale con arrivo in paese e servita dalla seggiovia Cit Roc.

Si tratta di una pista che risponde alle esigenze dei grandi Campioni, ma anche al divertimento dei turisti che, nelle serate stabilite, la affollano fino a tarda ora.

SCHEDA TECNICA

QUOTA PARTENZA

2.240 metri

QUOTA ARRIVO

2.030 metri

DISLIVELLO

210 metri

LUNGHEZZA

616 metri

 

PISTA SISES

La pista intitolata a Gianni Agnelli che ospita le gare di slalom gigante. Resa famosa in seguito alle competizioni dei Mondiali di Sci Alpino del 97 e alle Finali di Coppa del Mondo del 2004. Sarà teatro anche delle gare di slalom gigante maschile e femminile dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.

La partenza si raggiunge tramite la seggiovia Cit Roc e lo skilift Sises. Il tratto iniziale si presenta molto tecnico ed impegnativo su un muro con una pendenza di oltre il 50%, per giungere su un pendio pianeggiante in prossimità dell’Alpette e poi nuovamente si affronta un ripido e una serie di passaggi molto tecnici. Lo stadio di arrivo è in paese e coincide con l’arrivo dello slalom.

SCHEDA TECNICA

QUOTA PARTENZA

2.480 metri

QUOTA ARRIVO

2.030 metri

DISLIVELLO

450 metri

LUNGHEZZA

1.434 metri

 

PISTA KANDAHAR BANCHETTA GIOVANNI NASI

Ha ospitato le gare di discesa libera e super gigante dei Mondiali di Sci Alpino del 97 e delle Finali di Coppa del Mondo del 2004 e sarà la pista sulla quale si disputeranno anche le gare veloci maschili dei XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006.

La partenza si colloca in cima al Monte Motta, a quota 2.800 metri, e rappresenta il punto più alto della Via Lattea, dove è possibile assaporare una vista stupenda su tutte le montagne circostanti. Il tratto iniziale è riservato a sciatori veramente esperti, in quanto la pendenza massima raggiunta e di quasi del 60%, e si può ammirare a sinistra scendendo il “Salto dell’Angelo” affrontato dai Campioni durante le gare di discesa libera. Per gli sciatori meno esperti è possibile percorrere la pista dallo sgancio della seggiovia Chisonetto-Banchetta senza prendere la sciovia Motta.

Dopo un tratto in diagonale, la pista scorre su plateaux in assenza totale di vegetazione, data la quota ancora molto elevata, disegnando curvoni, la “Esse Azzurra”, che la rendono particolarmente dinamica e varia.

Si arriva quindi al “Piano Paradiso”, che permette di prendere fiato prima di infilarsi nel bosco delle “Acque Minerali”, tratto impegnativo caratterizzato davari cambi di pendenza, che porta al muro finale in località Sestriere Borgata.

SCHEDA TECNICA

QUOTA PARTENZA

2.800 metri

QUOTA ARRIVO

1.886 metri

DISLIVELLO

914 metri

LUNGHEZZA

3.299 metri

 

Foto

Piste & impianti

 

Piste & impianti

 

Piste & impianti

 

Piste & impianti

 

Piste & impianti

 


 
2016 Scuola Nazionale Sci Sestriere - Informatica System
Logo Scuola Nazionale Sci Sestriere